mercoledì 31 ottobre 2012

Nueva York y Nueva Jersey, inundadas por la supertormenta Sandy (VIDEO AÉREO)

La supertormenta Sandy, que azotó la costa este de EE.UU. afectando a ocho estados y está avanzando hacia Canadá, se ha cobrado al menos 48 vidas, según informa AP.
Unas 18 muertes del total de 48 se produjeron en la ciudad de Nueva York, según comunicó el alcalde, Michael Bloomberg.
Asimismo el huracán ha causado grandes daños materiales. La elevación del nivel de las aguas en Nueva York batió récords en la zona, subiendo hasta cuatro metros.
Acompañado con inundaciones y lluvias, el fenómeno meteorológico perjudicó el sistema eléctrico, dejando sin luz a 8 millones de hogares.


mercoledì 17 ottobre 2012

Vaccini 2012: ennesima corsa all'acquisto dall'estero (con la crisi che c'è!)


Come mai tutti gli anni sperimentiamo sempre la stessa emergenza per la mancanza di vaccini anti-influenzali, tanto da ricorrere all'acquisto, in tutta fretta, dall'estero? Perchè sono state ritirate, pare in via precauzionale, le numerose dosi già pronte? Cosa c'è che non va in questi vaccini? Ma soprattutto, chi li vuole?

---------------------------------------------------------------------------

Chi tace i possibili danni da vaccinazione antinfluenzale ha la coscienza sporca. E inganna chi ama
di Attilio Speciani

Come ogni anno, la campagna mediatica per la vaccinazione antinfluenzale batte la sua grancassa. In spregio alle più elementari regole sulla memoria, nonostante le polemiche roventi seguite alla falsa pandemia di H1N1 suina, già a settembre 2010 in Italia i giornali riportavano articoli dei soliti virologi che ripetevano esattamente le stesse cose dette negli anni precedenti.

Che l'influenza sarebbe stata potente e devastante, che sarebbe arrivata in anticipo, che avrebbe mietuto vittime in assenza del giusto atteggiamento vaccinale preventivo.

Ricordiamo il 2004 con la SARS e l'aviaria con l'H5N1 in cui i maggiori danni si ebbero per gli effetti dipendenti dalla paura. Molti si vaccinarono anche se dubbiosi. In relazione alla influenza A suina H1N1 del 2009 ho detto chiaramente perché non mi sarei vaccinato in un articolo che è stato poi ripreso anche da diversi quotidiani italiani. Inoltre la prevenzione antinfluenzale  è attuabile anche attraverso forme naturali di terapia. Fortunatamente la consapevolezza e internet e la diffusione della conoscenza hanno avuto ragione e nel 2009-2010 la campagna vaccinale fu un flop assoluto.

Noi crediamo che chi ha la convinzione di vaccinarsi abbia il diritto di farlo. Dobbiamo però ricordare che le campagne di stampa non sempre sono legate a fatti oggettivi e che la immunizzazione antinfluenzale è una profilassi forse utile, ma certamente non priva di rischi.

I dati

Un vaccino antinfluenzale ha, come tutti i vaccini, dei possibili benefici, e anche dei possibili danni che dovrebbero essere resi noti con chiarezza per consentire scelte consapevoli ai cittadini.
La variabilità delle influenze è altissima, ed è molto difficile prevedere il tipo di diffusione che avrà: nonostante questo, tra settembre e ottobre di solito i titoli dei giornali parlano di milioni di persone ammalate che puntualmente non si verificano.
Le previsioni epidemiche spesso vengono disattese. Basta ad esempio pensare a cosa è successo nel 2009 e nel 2010 nella stagione invernale dell'emisfero Sud. L'epidemia o pandemia H1N1 che veniva paventata ha provocato un numero irrisorio di decessi. Circa un ventesimo di quelli che ogni anno vengono riferiti alla classica influenza. La comunità scientifica anziché leggere i dati e interpretarli ha continuato a segnalare rischie  problemi in realtà falsi.

Per contro sappiamo che negli anni passati intere squadre di calciatori vaccinati erano a letto con l’influenza anziché in campo. E anche se, come ci spiegano alcuni esperti, essere vaccinati fa diminuire il pericolo di confondere i sintomi dell’influenza con quelli della SARS (o con quelli dell'aviaria, o con quelli della H1N1 A come alcuni sostengono), non si vede in che modo questo possa essere vero, considerato il numero di casi di influenza che comunque si verificano proprio tra i soggetti vaccinati.

Per quanto riguarda la possibile vaccinazione per l'H1N1, è bene invece ricordare, come spiegato sotto, quanto accaduto nel 1976 per la unica vaccinazione suina attuata fino ad ora, per capire quanto sarebbe più utile una riflessione critica prima di partire con una vaccinazione a tappeto con vaccini non ancora sperimentati. Purtroppo, nel vaccino trivalente previsto per la vaccinazione 2010/2011 è stato inserito, senza che ce ne fosse alcun bisogno, il vaccino anti H1N1 suino che tante polemiche ha scatenato lo scorso anno.

Non intendiamo entrare qui nel dibattito relativo all’efficacia di questa forma di profilassi, ma in considerazione del pubblico e martellante invito a vaccinare tutti i bambini (e non solo quelli per i quali i vantaggi potrebbero superare i rischi), ci appare doveroso contribuire oggi anche con le notizie relative ai possibili effetti dannosi, che gli organi ufficiali di informazione, in questi giorni, sembrano deliberatamente o inconsapevolmente trascurare.

I bambini in prima linea

In un paese libero e civile le persone devono essere informate e poter scegliere. Ma se chi stimola la vendita dei vaccini determina anche l’informazione, e questa informazione continua a dire che la vaccinazione è assolutamente innocua, i conti non tornano più. Quanto viene detto è falso e i possibili rischi, anche gravi, della vaccinazione antinfluenzale sono scientificamente dimostrati (ma scarsamente divulgati!).

Se qualcuno continua a segnalare che quanto più i bambini saranno vaccinati tanto meno avremo paura della SARS o di altre forme virali gravi e tanto meno sofferenze infliggeremo loro, mente spudoratamente, cercando solo di cavalcare un momento emotivo intenso per ottenere un vantaggio commerciale o altri vantaggi indiretti (il mantenimento della paura).

Un bambino sano che si ammala di influenza (posto che si ammali anche se viene cautelato con la necessaria profilassi comportamentale, se è ben nutrito e ha un adeguato supporto minerale e vitaminico supera l'influenza, talvolta con l’uso di qualche sintomatico di supporto.

Restiamo sempre sorpresi dal fatto che in due metaanalisi successive la Cochrane (ente mondiale super partes, che analizza tutti i dati scientifici prodotti dalla comunità scientifica internazionali) ha confermato la inefficacia preventiva del vaccino nei bambini fino ai due anni,  e che nonostante questo venga sistematicamente indicato di vaccinare i bambini a partire dai 6 mesi di età. Perché il Ministero dà indicazioni contrarie alle conoscenze scientifiche?

Inoltre, non ci stanchiamo di ripeterlo, ne esce guarito e con un aumento delle difese immunologiche (durante una forma virale cresce l’Interferone che ci difende, ad esempio, da future forme tumorali).

L'esperienza di chi usa forme di terapia omeopatica e naturale, per prevenire le infezioni invernali ricorrenti e l’influenza, è ampia e ben rappresentata nella popolazione italiana.

A fronte di un’informazione corretta, i cittadini potrebbero comunque scegliere, in relazione alle proprie convinzioni, se seguire un iter vaccinale con dei probabili benefici (e alcuni rischi) oppure un trattamento diverso, probabilmente benefico (ma senza alcun rischio “vaccinale”).

Verità scientifiche nascoste sotto il tappeto

Allora veniamo alle menzogne. Non ci stiamo riferendo al fatto che le troppe vaccinazioni potrebbero fare male (anche se sempre più dati invitano a riflettere su questo tema), perché dalla parte opposta si potrebbe dire che ci attacchiamo a un’ideologia o a un credo diversi da quelli che propone la “scienza” medica.

Facciamo dunque riferimento solo ad alcuni lavori scientifici, alcuni dei quali recentissimi, che non fanno che ribadire l’esistenza di possibili rischi da vaccinazione antinfluenzale, lavori scritti nei centri più famosi del mondo per le medicine “classiche” e convenzionali.

Cosa direste, ad esempio, se vi dicessero che vaccinando con “l'innocua vaccinazione” antinfluenzale tutti i bambini italiani ci possiamo aspettare almeno 10-15 casi di sindrome di Guillaine-Barrè (poliradicolonevrite) più del solito, cioè almeno 10-15 bambini minori di 7 anni tra cui forse anche il nostro, semiparalizzati per molti mesi e in alcuni rari casi anche per tutta la vita, con incapacità di muoversi, agire, pensare come prima?

Eppure un gruppo di epidemiologi americani segnala questo dato già dal 1998 (N Engl J Med. 1998 Dec 17;339(25):1797-802 ), un dato che va ad affiancarsi a uno studio australiano che conferma, a fronte di 67 banali eventi post-vaccinali ogni 100.000 dosi di vaccino, la frequenza di ben 16,7 eventi avversi seri ogni 100.000 dosi per i bambini sotto i 7 anni, negli anni 2000 e 2002 (Commun Dis Intell. 2003;27(3):307-23).

Ma la citazione dei lavori sui danni neurologici post vaccino antinfluenzale può continuare. Non si tratta di eventi frequentissimi, ma si tratta di eventi possibili, gravi, e chi li nega mente, crea un'informazione sanitaria artefatta.

Andiamo dalla nevrassite (Eur J Neurol. 2000 Nov;7(6):731-3) alla nevrite ottica (J Neuroophthalmol. 1996 Sep;16(3):182-4). Per una corretta informazione, è opportuno ricordare che la stessa influenza può determinare un'infiammazione del tessuto nervoso come complicanza, ma è drammatico riconoscere che la maggior parte delle 58 morti per Guillaine Barrè verificatesi nel 1977 negli USA, si verificò nei soggetti vaccinati, con insorgenza della malattia dopo 3-4 settimane dalla vaccinazione (Neurology. 1980 Sep;30(9):929-33).

Sono forse più i danni da vaccinazione di quelli che determina la malattia? Non lo sappiamo con certezza, ma esprimere un dubbio è molto diverso dal trasmettere una tracotante e colpevole certezza di innocuità. In questo caso, da immunologo, mi sentirei di esprimere ben più che un singolo dubbio.

Trovo profondamente disdicevole che la presenza di eventi pur non frequentissimi ma ben documentati a seguito della vaccinazione antinfluenzale non sia resa pubblica. Non è accettabile che il sito del Ministero della Salute fino allo scorso anno abbia evidenziato solo un modesto rialzo febbrile e la “bua sul sederino” come unici possibili danni rilevabili nel post vaccinazione. Fortunatamente per la campagna 2010/2011 ha almeno evidenziato che qualche rischio potrebbe esserci (in una pagina raggiungibile dopo 6 click) anche se, nonostante l'evidenza scientifica qui presentata, precisa che tale evenienza è stata riferita ma mai confermata.

I bambini paralizzati dalla vaccinazione, in fondo, non saranno tantissimi nell'economia commerciale italiana, ma ogni singolo caso merita una consapevole decisione per poter affrontare un rischio. E' giusto che chi sceglie lo sappia, e non si senta dire che la vaccinazione è praticamente del tutto innocua, quando non è vero. Sapere le cose dopo, centuplica il livello del dramma.

Che dire, per fare un altro esempio, dei casi di ORS (sindrome oculo-respiratoria) dei quali Eurosalus ha subito parlato e che sono stati prima minimizzati e ritenuti dipendenti da un vaccino un po' anomalo, e poi oggi addirittura riconfermati in doppio cieco contro placebo nel 44% dei soggetti che l'hanno già avuta? Il lavoro è stato pre-pubblicato on line (Clin Infect Dis. 2003 Oct 15;37(8):1059-66. Epub 2003 Sep 26) ed è stato tanto significativo da portare i suoi autori a suggerirne l'informazione specifica a chi ne ha sofferto.

Sicuramente si tratta di un problema di gravità molto relativa, ma perché chi si vaccina non deve sapere che potrebbe perdere del tutto i capelli? Questo dato riguarda soprattutto la vaccinazione obbligatoria antiepatite B, ma in buona misura vale anche per l'antinfluenzale (JAMA. 1997 Oct 8;278(14):1176-8).

In fondo, sembra pensare l'industria vaccinale, che male c'è ad avere dei bambini calvi, se hanno evitato 4 giorni di febbre e mal di gola?

Che dire poi se dal numero del maggio 2003 della rivista Clinical Immunology (Clin Immunol. 2003 May;107(2):116-21 ) uno dei più autorevoli studiosi americani - analizzando i 382 casi di sindrome di Guillaine-Barrè post-vaccino antinfluenzale rilevati in USA negli anni 1991-1998, cioè la bellezza di 50 casi all'anno documentatamente causati dalla vaccinazione e dal particolare quantitativo di endotossina associato al virus, confrontato a un rischio 0 (zero) per la vaccinazione con la anatossina tetanica - suggerisce che forse per la vaccinazione antinfluenzale dovrebbe essere richiesto un consenso informato scritto? Ma a cosa serve un consenso informato per qualcosa che dovrebbe fare solo bene?

Come cittadino credo che meritiamo qualcosa in più di un'informazione pubblica parziale e aggressiva come si è dimostrata quella di quest'ultima campagna per la diffusione del vaccino antinfluenzale.

La coscienza della popolazione è probabilmente cresciuta ed è in grado di percepire dove gli interessi commerciali finiscono per prevalere sul rispetto. Rimango comunque indignato.

Anche se le mie scelte possono essere diverse, rispetto e apprezzo i colleghi medici che suggeriscono la vaccinazione antinfluenzale per loro convinzione, segnalandone però i potenziali rischi.

Stigmatizzo e condanno invece la protervia commerciale che cerca di nascondere “sotto al tappeto” le verità scientifiche che tanto difende, quando diventano scomode.

Su Eurosalus abbiamo già dato ripetutamente indicazioni esaustive sulle ampie possibilità di prevenzione naturale delle forme di raffreddamento invernale, influenza compresa  (vedi anche gli altri links di questo articolo).

E tutti gli anni ormai riconosciamo un'aggressione di questo tipo, che puntualmente si verifica nella comunicazione televisiva e giornalistica.

Oggi, questo articolo serve solo per tranquillizzare coloro che sceglieranno consapevolmente di non fare, e di non fare eseguire ai figli la vaccinazione antinfluenzale proposta in modo così pressante e di informare serenamente coloro che in modo consapevole sceglieranno di vaccinare se stessi o di fare vaccinare i loro figli. .

Ci sono molti i motivi scientifici che sostengono questa scelta e ci sono, fortunatamente, gli strumenti per affrontare con serenità i virus vecchi e nuovi senza credere di avere fatto scelte sbagliate per i propri figli.  Siamo ancora in uno stato che deve garantire le scelte autonome e consapevoli del cittadino, che può farle, in un senso o nell'altro solo se realmente informato.


6 gennaio 2011

 
Commenti

    Gianpiero Stefania Livera · Brindisi
    Buona sera, proprio oggi dovevo fare il vaccino antinfluenzale ai miei bambini, uno di 4 anni e una di 17 mesi ma non me la sono sentita, ho chiamato il pediatra e ho rimandato ma dopo questo articolo, le mie preoccupazioni hanno avuto conferma! Non faro' il vaccino ai miei bambini.

    Maria Grazia Sitta · Ravenna
    Salve....allora io ieri sera ho fatto il vaccino....in quanto persona a rischio......cosi...stamattina....tutto sembrava ok.....mi sono sentita male....sara stato quello..? L'antinfluenzale già un'altra volta mi aveva dato disturbo....è un caso?

    Azzurro Sergio Principe Busò · 43 anni
    Fai bene a dubitare. I vaccini vengono inettati mentre le nostre difese immunitarie sono per oltre il 90% dalla bocca in giù, per via parentale. Iniettare sostanze come virus, anche se attenuati e non innocui, quindi la dice lunga sulla malevolenza della medicina odierna.


Fonte:  eurosalus.com

martedì 16 ottobre 2012

Quelle strane morti di infarto

... di magistrati (onesti) in Italia.

Mentre da intercettazioni a livello politico locale emerge il quadro inquietante di amministratori (di destra) della Regione Lombardia eletti grazie all'appoggio della 'ndrangheta, come l'assessore Zambetti, in pugno alle cosche mafiose, c'è da pensare che presto Tangentopoli al confronto apparirà a tutti un morigerato collegio di educande?!

Una coincidenza è una coincidenza; due coincidenze sono un indizio; tre coincidenze rassomigliano ad una prova. Non ricordo chi lo disse (forse Sherlock Holmes) ma è una verità sacrosanta. Possibile che, a livello istituzionale, non ci sia nessuno che faccia 1 + 1, che abbia il coraggio di parlare a viso aperto, di mettere insieme i pezzi di un puzzle fin troppo chiaro? Un cancro sta divorando l'Italia! E dopo la morte del giudice D'Ambrosio, consulente giuridico della Presidenza della Repubblica, impegnato nell'inchiesta sulle collusioni tra Stato e mafia, quali sono le dichiarazioni di Giorgio Napolitano, amico suo? Come commenta il nostro Presidente questa sincronica moria per infarto dei nostri migliori magistrati, quelli più impegnati nella lotta alla corruzione nel nostro Paese? Nulla, neanche un accenno a questo possibile inquietante scenario, nè da lui nè dagli altri rappresentanti delle Istituzioni. Solo coinidenze? Bene, allora andiamo avanti così...Chi sara' il prossimo infartuato?

Borsellino su morte D’Ambrosio: Italia paese di cardiopatici
di Patrizia Maltese - 31 lug 2012

Il Magistrato D'Ambrosio,
morto d'infarto a 65 anni.
Solo un tarlo, nessuna certezza. Però ronza in testa.
Ronza nella testa di Salvatore Borsellino, fratello del magistrato ucciso vent’anni fa nella strage di via D’Amelio, il tarlo che Loris D’Ambrosio, il consulente giuridico di Giorgio Napolitano coinvolto nelle polemiche sulle intercettazioni nell’ambito dell’inchiesta sulla trattativa fra Stato e mafia, non sia morto per infarto.
Salvatore Borsellino ha detto la sua oggi intervenendo alla trasmissione La Zanzara su Radio 24: “In Italia tante persone coinvolte nelle inchieste, come quella su Ustica per esempio, sono morte per infarto. Tante, troppe persone”. E ha fatto un esempio: “Parisi (Vincenzo Parisi, capo della Polizia ai tempi della trattativa, ndr) è morto per infarto come altri testimoni”.
E alla domanda su come faccia a fare queste affermazioni, ha risposto: “Infatti non ho prove, ho solo un tarlo che mi ronza in testa, diciamo che il nostro è un Paese con un livello di cardiopatie molto alto…”.
Quindi ha fatto riferimento all’invettiva del Capo dello Stato che ha attribuito proprio a quelle polemiche la morte del suo consigliere giuridico: “Ho letto le critiche di Napolitano per le aggressioni che avrebbe subito D’Ambrosio ma conosco persone che hanno subito attacchi più gravi e non sono morte. L’infarto arriva quando deve arrivare. Anch’io sono cardiopatico. Mi accusano di vivere sulla morte di mio fratello, mi attaccano pesantemente, ma l’infarto non mi è ancora venuto”.
Borsellino ha anche espresso una preoccupazione pesante rispetto al trasferimento di Antonio Ingroia in Guatemala: “Ha subito una grande pressione psicologica, ma è una decisione che non condivido. Rischia la vita e in Guatemala – temo che qualcuno potrebbe chiedere ai narcotrafficanti un favore. Verrebbe eliminato e si direbbe che è stato ucciso per cose che non riguardano l’Italia. Qualcuno qui da noi sarebbe sicuramente soddisfatto, un certo sistema di potere”. 
Fonte

Morto Alberto Caperna: il procuratore che indagava su Fiorito e Maruccio
15 ottobre 2012

Il Procuratore Caperna,
morto d'infarto a 61 anni.
ROMA – Il procuratore aggiunto Alberto Caperna è morto di infarto a Roma il 14 ottobre. Il magistrato di 61 anni era il titolare delle indagini sui casi di Franco Fiorito e Vincenzo Maruccio per i fondi di Pdl ed Idv della Regione Lazio. Caperna  era originario di Veroli, in provincia di Frosinone. I casi di Fiorito e Maruccio finirono sulla sua scrivania in quanto era il titolare dei procedimenti contro la pubblica amministrazione ed in questa veste coordinava le indagini relative a fatti di corruzione e peculato.

Al suo attivo Caperna aveva svolto importanti inchieste giudiziarie tra le quali il crollo del palazzo di via Vigna Iacobini, avvenuto alla fine degli anni novanta nel quartiere Portuense, a Roma. Al suo vaglio sono finite numerose e delicate inchieste giud
iziarie come quelle relative al caso di Luigi Lusi ed altre analoghe. Noto per la sua riservatezza e discrezione, ma soprattutto per la sua professionalità, Caperna si è anche occupato della vicenda della casa dell’ex ministro Claudio Scajola, dell’appalto nell’ambito dell’inchieste sul G8 della scuola Marescialli di Firenze, dell’indagine Parentopoli romana, del filone romano dell’inchiesta Parmalat. Si occupò anche della presunta compravendita di senatoriFonte

sabato 13 ottobre 2012

#13O - 13 Octobre 2012 - Global Noise - Casserolade Planétaire - Sonando los calderos por la calle

#globalNOISE : D'abord proposé par des activistes du mouvement espagnol du #15M, l'action est maintenant soutenue dans de nombreux pays ... Etats-Unis, Canada, Guatemala, Puerto Rico, Allemagne, France, Pays-Bas, Russie, Slovenie, Soudan, Espagne, Corée du sud, Chili, Irlande, Australie, Mexique, Belgique, Turquie ...
Son objectif principal est de matérialiser le sentiment de solidarité entre les mouvements globaux.

Nous croyons que cela est possible en faisant la même chose, le même jour sur toute la planète -- et en faisant beaucoup de bruit ! Casserolade, musique ...

En ce moment nous recevons les retours de groupes et assemblées de tous horizons et continuons de diffuser le message. Nous vous demandons de porter cette proposition dans votre groupe, assemblée ou association locale, et de la partager avec vos contacts. Essayons entre tous de réussir une action globale conjointe. :)

Diffusion maximale !

*** musique utilisée : Garini ( from ) Silence par Les Tambours du Bronx




Global Noise Pollution! 

A group of people decided to make a bit of a racket outside the Bank of England. Unfortunately it was just a rehearsal... www.globalnoise.net www.occupylondon.org.uk 



Global Noise for Real Democracy! #globalNOISE #13o 

On October the 13th something special is going to happen. It will be a world first. You will probably hear it before you see. The tings of wood on steel. You will be drawn to your front door. You will see your neighbours taking to the street, joining the procession ordinary people banging pots and pans. We hope you will join them. Your neighbourhood will snake towards the centre of the city, the noise attracting ever more people. It will be beautiful. This is our chance. We will act as one world to bring attention to the global problems that face humanity. Once we are there, we will be together and we will work towards a better future. We will make some Global Noise on the 13th of October. We are all one movement. See you there my neighbour?
https://www.facebook.com/globalNOISE
http://blog.globalnoise.net/ 
http://twitter.com/potbanging
http://realdemocracyaustralia.org/



13 octobre 2012 : Ensemble pour un changement mondial ! (#globalNOISE, #13O)

[English version: http://www.youtube.com/watch?v=Fck_hEwtp4s] GET INVOLVED! http://www.globalnoise.net/get-involved/ E-mail: potbanging@gmail.com Bientôt un an après la première « journée mondiale des indignés », les collectifs Occupy et les indignés de toute la planète lancent un appel à manifester le 13 octobre. L'événement se nomme #13O ou #globalNOISE. L'idée d'une « casserolade » mondiale fait son chemin. Plus d'informations sur notre blog : http://occupyjura.wordpress.com/2012/08/19/13-octobre-2012-ensemble-pour-un-c... La « casserolade » n'est qu'une proposition. Tout autre type d'action est bienvenu. Rejoignez les indignés de votre région ou planifiez votre propre événement. Faisons du bruit tous ensemble contre les mesures d'austérités illégitimes, les inégalités, les abus antidémocratiques de nos dirigeants, la suprématie du monde de la finance,... Le choix d'une thématique plus précise est laissé aux assemblées. Nous vous invitons à tenir des assemblées populaires, distribuer des tractes, réfléchir à des alternatives concrètes au niveau local, ou toute autre action de votre choix. MERCI DE RELAYER CET APPEL DANS LES RÉSEAUX SOCIAUX ! Musique : Haine Brigade -- Pleine lune 

venerdì 12 ottobre 2012

PREMIO NOBEL PER LA PACE ALL'UNIONE EUROPEA


di GIORGIO SANTI

ARRIVA IL PREMIO NOBEL PER LA PACE ALL'UNIONE EUROPEA. ARRIVA E FA IL PAIO CON QUELLO DATO SULLA FIDUCIA AD OBAMA QUALCHE ANNO FA. ARRIVA NEL MOMENTO IN CUI IL VECCHIO CONTINENTE STA VIVENDO LA PEGGIORE CRISI ECONOMICA DELLA SUA STORIA, UNA CRISI D'ASTINENZA DA UN BENESSERE CHE SI PENSAVA ORMAI CONSOLIDATO, MA ANCHE UNA PROFONDA CRISI D'IDENTITA'...UN PREMIO CHE ARRIVA SOPRATTUTTO IN UN CONTESTO POLITICO E SOCIALE SEMPRE MENO DEMOCRATICO, DOVE:

- SI SMANTELLA LA  SCUOLA PUBBLICA,
- SI CALPESTA LA DIGNITA' DEL LAVORO,
- SI ACUISCE LA  FORBICE TRA RICCHI E POVERI, FAVORENDO LA FINANZA E LE BANCHE
- SI METTONO DA PARTE I GIOVANI,
- SI MANDANO IN PENSIONE GLI ANZIANI SEMPRE PIU' TARDI PER FARLI CREPARE,
- SI STROZZANO DI DEBITI I PAESI DEL SUD DELL'UNIONE PER POI SACRIFICARLI,
- SI UMILIANO GLI EXTRACOMUNITARI,
- SI PORTA LA PACE NEL MONDO CON LE  BOMBE DELLA NATO E IL SANGUE INNOCENTE DEI BAMBINI...

DI SOLITO COI SOLDI DEL NOBEL SI FINANZIA ULTERIORMENTE LA RICERCA CHE SI E' INIZIATA, OBAMA PROBABILMENTE CI HA FINANZIATO UNA FETTA DI SANITA' PUBBLICA...

COSA CI FARA' CON QUESTI POCHI SPICCIOLI LA UE?

- LI METTERA' NEL FONDO SALVA-STATI, PER TAMPONARE LA CRISI E L'EMORAGGIA ECONOMICA CHE STA VIVENDO?
- LI DARA' ALLA GRECIA PER PROLUNGARNE L'AGONIA, AFFINCHE' POSSA RIPAGARE UNA PICCOLA PARTE DEL SUO DEBITO ALLA GERMANIA?
- LI PASSERA' DIRETTAMENTE AL FMI DELLA LAGARDE?
- LI UTILIZZERA' PER COMPRARE NUOVE ARMI?
- CREERA' UNA FORZA UNIFICATA DI POLIZIA EUROPEA?
- O ANDRA' NELLE TASCHE DEI BUROCRATI?

CHE BELLA QUESTA EUROPA, IL SECONDO CONTINENTE PIU' GUERRAFONDAIO AL MONDO DOPO QUELLO AMERICANO, A GIUDICARE DALLE SPESE MILITARI, SE LO MERITA DAVVERO QUESTO PREMIO NOBEL, VERO NAPOLITANO?

LA VERITA' E' CHE L'EUROSCETTICISMO DEI GIOVANI, E NON SOLO DEI GIOVANI,  E' PIENAMENTE GIUSTIFICATO. QUELLI DELLA TUA GENERAZIONE, CARO NAPOLITANO, NON NE VOGLIONO SAPERE DI ROTTAMARSI, NON VOGLIONO LASCIARE IL TIMONE AI GIOVANI E CON IL LASCITO DI QUESTA VOSTRA MENTALITA' ARCAICA E LE VOSTRE LEGGI PRIMORDIALI STATE DISTRUGGENDO IL PRESENTE E IL FUTURO DELLE NUOVE GENERAZIONI.

MA CIO' CHE NON AVETE PREVISTO E' CHE GLI STUDENTI CHE LOTTANO PER MANTENERE LA SCUOLA PUBBLICA, QUANDO INVECE QUESTA EUROPA TEORIZZA UNA SCUOLA PER POCHI, QUESTI GIOVANI DAL CANTO LORO, STANNO DISTRUGGENDO MENTALMENTE PROPRIO QUELLO CHE VOI AVETE COSTRUITO, OVVERO QUEL MOSTRO GIURIDICO CHE E' L'UNIONE EUROPEA, COSI' COME L'AVETE PENSATA E REALIZZATA.

SULLE MACERIE DI QUESTA EUROPA DELLE ELITE, LE NUOVE GENERAZIONI COSTRUIRANNO QUALCOSA DI NUOVO CHE LI RISPECCHI, CHE RISPECCHI UN'UMANITA' NUOVA, TEMPI NUOVI, E STAVOLTA VERAMENTE SENZA ARMI E SENZA GUERRE.

Scene di gioia spontanea dopo il Nobel per la Pace 2012.
(foto originale by www.opplysningskontoret.org)

giovedì 11 ottobre 2012

Video choc del bambino prelevato a scuola dalla polizia

Quello che vediamo nel video sotto e' il grado di incivilta' raggiunto dall'Italia oggi. Quanta prepotenza e insensibilita' occorre per trattare un bambino in questo modo, specie da parte di un'autorita' pubblica di sicurezza che, illusoriamente, dovrebbe invece proteggerli i piu' deboli? Mi vergogno di essere italiano, delle istituzioni che dovrebbero rappresentarmi. E plaudo a quei cittadini che hanno ancora un cuore, come questa zia-coraggio di Cittadella, a coloro che tirano fuori le unghie, i denti e la parola contro i soprusi, che rendono pubblici video di denuncia come questo e che fanno conoscere la verita'. Sono questi gli eroi del nostro tempo, che scoperchiano il sistema marcio che permea la nostra societa', una societa' dominata da leggi ingiuste e automi senza cuore, annidati spesso negli anfratti del potere e della politica.

E' una fortuna che questi video vengano alla luce, altro che danno, che vadano in televisione e portino all'attenzione di tutti gli abusi e l'immoralita' del mostro giuridico che come collettivita' abbiamo contribuito a creare ogni volta che siamo stati in silenzio di fronte ad un'ingiustizia, accettando pedissequamente leggi vergognose, politici bugiardi che dovremmo solo mandare affanculo o in galera, psichiatri perversi che andrebbero ricoverati, loro si', alla neuro, quando non reagiamo con decisione ai soprusi delle amministrazioni, agli abusi delle autorita' di polizia, all'indifferenza, al timore reverenziale della gente di fronte al potere, al disimpegno politico e sociale. Sveglia! Non e' piu' tempo di tergiversare, e' tempo di scegliere, di schierarsi decisamente a favore del bene, sempre che riusciamo ancora a trovare dentro i nostri cuori un lumicino d'amore per i piu' deboli e afflitti, di compassione nei confronti dei perseguitati, di sincera indignazione contro i prepotenti e vanagloriosi!

Ora addirittura la zia e i nonni sarebbero accusati di resistenza a pubblico ufficiale...Ma siamo matti?!! Allora, secondo questa accusa assurda, un cittadino non avrebbe il diritto di opporsi e resistere quando un agente di polizia fa una cosa palesemente e universalmente ingiusta come portare via a forza un bambino (che, poverino, piangeva e si dimenava e per lo spavento se l'e' fatta sotto!), per toglierlo ad una madre che ama e farlo vivere con un padre che non ama? Cari politici, continuate pure a togliere fondi ai servizi sociali e ai disabili per darli a questi bastardi che pensano che una societa' si governi solo con l'uso della forza!!
 

mercoledì 10 ottobre 2012

La Hojilla descubre a 'simpatizantes' opositores recibiendo pago en efectivo por apoyar a Radonski

La Hojilla transmitió este jueves un esclarecedor video que deja revelado cómo se le pagó a un grupo de personas que asistió a la concentración realizada por la oposición en Guasdualito, estado Apure, para apoyar la campaña del candidato de la derecha, Henrique Capriles Radonski, tras ofrecer sus servicios de espontáneos "simpatizantes".

Beppe Grillo, il Che Guevara italiano


(Dal Blog di Beppe Grillo)

Ore 12.10 - 10/10/2012 - Sono sbarcato in Sicilia! Ho superato lo Stretto!

Questo è il terzo sbarco in Sicilia in 150 anni. Il primo fu Garibaldi che portò i Savoia, il secondo fu fatto dagli americani che portarono la mafia, il terzo sono io con il MoVimento 5 Stelle, ma né Garibaldi o Nino Bixio o Lucky Luciano sono arrivati in Sicilia a nuoto.
La Grecia fallisce per il suo debito, la Sicilia fallisce per il suo credito verso lo Stato italiano che gli presta come elemosina solo una parte di ciò che gli deve, ma non pareggia mai il conto. La Regione Sicilia vanta un credito di un miliardo di euro nei confronti dello Stato italiano e le stesse imprese siciliane hanno un credito di 5 miliardi di euro.
La Sicilia potrebbe vivere meglio senza l'Italia, ma l'Italia non potrebbe vivere senza la Sicilia. Se la Sicilia dovesse andarsene, costretta dal malfunzionamento dello Stato e delle istituzioni, sarebbe l'inizio di un domino cui seguirebbero altre Regioni e la fine dell'Italia, forse la sua balcanizzazione.
Quest'isola ha bisogno del rilancio dei trasporti locali, della banda larga diffusa, di strutture turistiche, della valorizzazione dei suoi giacimenti artistici, di una nuova economia legata alle telecomunicazioni e allo sviluppo del digitale, di investimenti in start-up collegate alle università, di trattenere qui i suoi giovani, il suo futuro, ma soprattutto ha bisogno di onestà nelle istituzioni. Questo è ciò che farà il M5S in Regione Sicilia.


Sbarco In Sicilia -Tour MoVimento 5 Stelle Sicilia 2012



I BOOKMAKERS DAVANO IL SUO RITIRO 15 A 1, MA LUI CE L'HA FATTA! A 62 ANNI SUONATI IL COMICO GENOVESE, NONCHE' LEADER DEL MOVIMENTO 5 STELLE, S'E' FATTO A NUOTO I TRE CHILOMETRI CHE SEPARANO REGGIO CALABRIA DA MESSINA, ATTRAVERSANDO LO STRETTO! SI E' CONCLUSA COSI' GLORIOSAMENTE L'IMPRESA DEL MITICO BEPPE GRILLO, APPRODATO VITTORIOSO IN TERRA SICULA IN MUTA TERMICA E PINNE, PER DARE  UFFICIALMENTE IL VIA ALLA CAMPAGNA ELETTORALE  DEL M5S SULL'ISOLA. GRANDE BEPPE! IL POPOLO TI ACCLAMA...SEI UNICO!

PS. CARO PD, MEGLIO UN POPULISMO ONESTO CHE UN POLITICISMO LADRO!

venerdì 5 ottobre 2012

Nuevas becas de Gobierno cubano a estudiantes de EEUU: ¿no debe ser noticia?

Basado en un texto de Manuel E. Yepe en Cubainformación:
http://cubainformacion.tv/index.php/la-columna/225-manuel-e-yepe/45848-expresion-de-amistad-imposible-de-bloquear


lunedì 1 ottobre 2012

Beppe Grillo? Ce lo spiegano gli americani


Anthony Faiola, un giornalista del Washington Post, ha intervistato a Parma il leader del Movimento 5 Stelle, cercando di fare il punto sulla situazione politica italiana e sull'impatto di un partito come quello dei grillini sulla credibilità in Europa del nostro Paese

Il giornalista del Washington Post Anthony Faiola ha intervistato a Parma il leader del Movimento 5 Stelle, raccontando il “fenomeno Beppe Grillo” da un punto di vista completamente esterno.

Somiglia a Jerry Garcia, scherza come Jon Stewart e dice che il mondo non ha nulla da temere dall’uomo più divertente d’Italia. Allora perché l’Europa trema per questo terremoto politico chiamato Beppe Grillo?

Per rispondere a questa domanda, basta vedere come l’ex comico-ora-diventato-politico governi questa antica città [Parma, ndA] conosciuta in tutto il mondo per le sue forme di Parmigiano, per il prosciutto, e ora per essere diventata l’epicentro della “rivoluzione Grillo”. A quattro mesi dalla vittoria elettorale del Movimento 5 Stelle, Grillo parla da una delle piazze cittadine e pronuncia un’invettiva senza pause contro “le forze” che stanno cercando di distruggere la società italiana.

L’anno scorso, i sondaggi vedevano il Movimento di Grillo sotto al 4%. Ma nel momento in cui ha colmato il vuoto politico, sondaggi più recenti hanno rivelato che almeno un italiano su cinque supporta l’M5S, piazzandolo subito dopo i due maggiori partiti politici del Paese. Grillo ha condotto la sua rivoluzione di piazza in piazza, in tutto il Paese, creando un inevitabile paragone con Benito Mussolini. Ma Grillo, il cui messaggio tende più verso sinistra, sembra somigliare di più al liberale americano Michael Moore, e dice che chi lo accusa di essere l’eco del Duce non sta afferrando il punto della situazione:

    Mi chiamano populista, ci chiamano nazisti, mi chiamano Hitler ma non capiscono. Quello che sta succedendo è che il bostro movimento sta riempiendo uno spazio vuoto, un po’ come i nazisti fecero in Germania o come [Marine] Le Pen sta facendo in Francia. Ma non siamo niente di tutto questo. Siamo gente moderata, l’unica cosa di sinistra che stia tra l’italia e i veri estremisti.

In una nazione come l’Italia che, a differenza della Grecia, è considerata troppo grande per fallire, Monti è stato salutato come il salvatore dell’Europa, con le sue misure di austerity volte a rassicurare gli investitori e a salvare Roma dal collasso.

Grillo ha chiesto un referendum sull’euro e il suo messaggio anti austerity l’ha messo sullo stesso piano degli altri leader populisti de’Europa, inclusi Le Pen in Francia, Stronach in Austria e Geert Wilders nei Paesi Bassi. Ma nonostante in pochi – Grillo compreso – pensassero che il pungente comico riuscisse davvero a raggiungere un incarico così importante, i politici ammettono che tutto è possibile nel clima attuale.

Massimo Franco, giornalista politico del Corriere della Sera spiega:

    Grillo rappresenta una specie di incontro tra l’estrema destra e l’estrema sinistra. È un termometro per misurare la febbre dell’Italia e il successo di un demagogo come lui potrebbe mandare un messaggio sbagliato ai nostri alleati in Europa: che la credibilità e il sacrificio non siano più nell’agenda italiana.

Dopo aver raggiunto la fama prima come comico e poi come blogger (con una portata di 200.000 contatti ogni giorno), il Movimento di Grillo ha segnato la sua più grande vittoria lo scorso maggio, comquistando la poltrona di sindaco a Parma. La vittoria è arrivata nonostante la decisione di rifiutare i finanziamenti statali al partito, finanziando la campagna elettorale con una raccolta fondi e con i soldi di Grillo in persona.

Pizzarotti sarà anche sindaco, ma Grillo è la star: la sua popolarità crescente e il forte scetticismo sull’euro stanno creando un certo nervosismo nell’establishment politico dell’Europa. Il mese scorso, durante una visita in Italia, il presidente di turno del Parlamento Europeo, Martin Schulz ha dichiarato che “È pericoloso quando un comico diventa politico, più di quando i politici vanno a vedere uno spettacolo comico”.

In un’intervista, Grillo si è definito “portavoce” e non “leader” di un movimento di pensiero libero. Ma ci sono anche fatti che lo accusano di non tollerare nessun tipo di dissenso nei confronti della propria leadership. Giovanni Favia, 31 anni, consigliere regionale dell’M5S è stato al centro di una recente bufera dopo certe sue dichiarazioni in cui lamentava la totale mancanza di libertà e indipendenza all’interno del Movimento. Grillo ha tagliato i ponti con Favia e quest’ultimo ha dichiarato di aver ricevuto minacce di morte dai seguaci del movimenti, inclusa una arrivata a mezzo Facebook in cui gli si diceva che gli avrebbero tagliato la gola in pubblico.

Ma nonostante questo, Favia continua a vedere Grillo come l’unico vericolo di un reale cambiamento per l’Italia:

    È l’unico abbastanza coraggioso per rompere con i vecchi partiti: una figura come Beppe Grillo è necessaria se l’Italia vuole diventare un posto diverso.


1 ottobre 2012 - Fonte: magazine.liquida.it

Grillo contro tutti 22 settembre 2012 (integrale)

Grillo a Parma: "Questa classe politica è figlia dell'informazione schiava"
"Casaleggio? Dietro di me ci sono io". Poi l'affondo contro i giornali: "In Italia non c'è informazione libera. A parte Il Fatto quotidiano". La legge elettorale? "I partiti facciano ciò che vogliono, tanto verranno spazzati via". Poi una richiesta di referendum sull'euro.
Torna dopo tre mesi, Beppe Grillo, in quel piazzale della Pace di Parma che aprì ai suoi ragazzi le porte del palazzo comunale. Quella sera il Movimento Cinque stelle capì che con buona probabilità avrebbe governato. Oggi, dopo tre mesi, è un'altra cosa, un altro appuntamento. Un altro argomento, quello dell'inceneritore. Ma la piazza non è piena come allora. Centinaia di persone, ma non è una ressa, come ci si sarebbe aspettati.
Da http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/09/22/grillo-a-parma-questa-classe-politica-e-figlia-dellinformazione-schiava/360265/




Mauro Scardovelli: Psicologia del potere

Cos'è Aleph, quali i principi che vuole promuovere, quale la sua mission.
Più info www.mauroscardovelli.com




Tratto da AMORE E PSICHE, Baigno 5,6,7 marzo 2010.
maggiori info su www.mauroscardovelli.com
www.aleph.ws




Mauro Scardovelli giunge ad integrare il pensiero di alcuni autori di eccellente portata. Più info mauroscardovelli.com - alephpnl.it 

 
Liberarsi dal condizionamento sociale del giudizio. www.mauroscardovelli.com - www.alephpnl.it
   
Mauro Scardovelli - Maggiori Informazioni su http://mauroscardovelli.wordpress.com/ , http://www.aleph.ws/
 

=============================================================

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

UN BLOG ALLA SCOPERTA DELLE PROPRIE IDEE

"La verità non è il bene assoluto, ma ciò che noi, in coscienza, nel corso di una nostra personale ricerca, e a seconda del livello di evoluzione e consapevolezza raggiunti, di volta in volta preferiamo ed eleggiamo come tale".


Follow us on FB!

Havana time

Rome time

Tourism in Cuba (video)

Related videos

Loading...

POST PIU' POPOLARI

SLIDESHOW

GET LOGO OF CUBA-ITALIA BLOG

Aggiungi il widget di Cuba-Italia blog al tuo sito. COPIA E INCOLLA IL SEGUENTE CODICE e aggiungilo come gadget HTML/JAVA SCRIPT (piattaforma Blogger):

<a href="http://cuba-italia.blogspot.com">
<img src="http://i1006.photobucket.com/albums/af182/giorgi-one/
LOGO_blog_7_little_crop.jpg" alt="Logo Cuba-Italia blog"
border="0" /></a>

Ed ecco come apparirà il logo sul tuo sito o blog:

Logo Cuba-Italia blog

Se hai un sito o un blog e sei interessato allo scambio link, scrivimi una EMAIL con il codice del tuo banner.

Recent Posts